Storia del club

Le origini

Tra il 1929 e il 1931 nasce a Vico Equense una società di calcio, l’Unione Sportiva Aequa, che sarebbe diventata la progenitrice della società “Città di Vico Equense”. Nei decenni successivi, la squadra disputò campionati minori come quello organizzato dalla penisola sorrentina, nel quale non mancavano accesi derby con il Sorrento e il Capri. Fino al 1943 la squadra prese parte a questo campionato, che fu interrotto per gli avvenimenti bellici di quegli anni.

La ricostruzione

Nel 1946, la squadra fu ricomposta in occasione della fine del 2° Conflitto Mondiale, anche se molto faticosamente. All’inizio la nuova squadra era composta prevalentemente da giovani della zona e fu iscritta al Campionato di 2ª Categoria. Pochi anni dopo, nel 1958, la società venne rifondata e prese la denominazione di “Acli Aequa”, che fu iscritta al Campionato di 1ª Categoria. Da allora, grazie al supporto del Comune di Sorrento, la squadra poté disputare le proprie partite allo Stadio Italia, fino alla costruzione dell’impianto sportivo di Massaquano, avvenuta nel 1968.

La promozione del ’72

Nel 1971, in appena pochi mesi, al comando della società ci fu un avvicendamento che portò Raffaele Castellano ad essere il nuovo presidente. Castellano promise fin dall’inizio risultati migliori, che arrivarono nell’anno successivo: la squadra si classificò prima nel campionato di 1ª Categoria e fu promossa nella categoria superiore. L’impresa fu memorabile, ma durò per poco tempo: l’anno dopo infatti,la squadra retrocesse, ritornando nuovamente in 1ª Categoria. Si dovette aspettare il 1980 per rivedere la selezione nel campionato di Promozione.

Il fallimento

La società, dopo essere retrocessa nelle categorie inferiori nel 1984, decise di acquistare il titolo del Capri, continuando a disputare il campionato di Promozione. Negli anni successivi la società ottenne risultati altalenanti, oscillando sempre tra categorie inferiori.

La svolta

La delusione per le mancate promozioni fu grande finché maturò l’idea di fondere la società con le altre realtà calcistiche cittadine (1998), la cui denominazione fu “Aequa”.

La squadra fu iscritta al campionato di 3ª categoria e, in pochi anni, vinse diversi campionati raggiungendo successivamente l’Eccellenza.

Il Città di Vico Equense

Nel 2003 l’Aequa, la Juvequense e il Vico, si unirono dando vita al “Città di Vico Equense”, in modo tale da formare una sola realtà cittadina, che rappresentasse tutto il paese. Il 20 aprile 2008 il Vico Equense conquista la storica promozione in Serie D 4-3 in casa con la Real Ebolitana stabilendo il record di punti 79 in categoria. Nel 2008-2009 la squadra ha conquistato per la prima volta la promozione in Lega Pro Seconda Divisione, venendo ripescata come finalista dei play-off di Serie D. Nel 2009-2010 la società ritorna sul campo in Serie D retrocedendo dopo i play-out persi contro l’Isola Liri (2-0 in casa, 0-2 in trasferta) per il peggior piazzamento in classifica. Il 9 luglio 2010 non si iscrive al campionato di Serie D 2010-2011. Per la stagione 2010-2011 si iscrive al campionato di Prima Categoria stravincendolo e conquistando l’aritmetica promozione il 7 maggio 2011 con un 4-1 casalingo contro il Ristor Lettere. L’anno dopo il Vico Equense partecipa al campionato di promozione raggiungendo i play-off, venendo eliminata dal Positano. Nell’estate del 2012 viene ripescata in Eccellenza, con il Football Club Sant’Agnello. Il 9 maggio 2013 vince il girone B di Eccellenza ed automaticamente viene promossa in Serie D. I costieri dopo aver vinto il campionato di Eccellenza, non effettuano l’iscrizione alla Serie D; ciò nonostante disputano il massimo torneo dilettantistico nella stagione 2013-14 dopo che il titolo del Real Hyria viene trasferito da Nola a Vico Equense, dando vita al F.C. Real Città di Vico Equense. In questa stagione la squadra arriva ai play-out che perde con il Grottaglie e così retrocede in Eccellenza. Nel campionato successivo, il Vico si piazza al quarto posto conquistando i play-off, ma viene eliminato al primo turno regionale dalla Scafatese 1922. Per la stagione 2015-2016 si iscrive al campionato di Prima Categoria.